Print this page

... Alcune riflessioni dopo l'incontro di Sabato 17 Novembre

 

Sabato 17 Novembre, presso la sala Costantini, si è tenuto l'evento ‘RIFIUTI? NO GRAZIE - UNA STRATEGIA PER FIESOLE’ che ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di cittadini Fiesolani. Sono intervenuti rispettivamente:

Anna Ravoni, Sindaco di Fiesole

Anna ha riassunto le iniziative promosse in questi 4 anni in materia di rifiuti e annunciato altre che seguiranno nei prossimi giorni. Ha inoltre ribadito che la materia rifiuti è parte fondamentale di un piano ben più' ampio che ha visto, uno per tutti, la nascita del Distretto Biologico.

 

Francesco Capezzuoli, Zero Waste Firenze (Rifiuti Zero Firenze)

Francesco ci ha illustrato il ciclo dei rifiuti sottolineando l'importanza delle 4 'R' (Ridurre, Riciclo, Riuso, Riprogettare) e come sia possibile passare da rifiuto a risorsa.

 

Iacopo Zetti, assessore al Territorio Comune di Fiesole

Iacopo ha spiegato come ATO Toscana centro (autorità per il servizio di gestione rifiuti urbani) si interfaccia con il Comune di Fiesole e con ALIA. Ha inoltre illustrato le percentuali di riciclo a livello nazionale e locale, dando evidenza del significante miglioramento del comune di Fiesole, che nell'intervallo 1° Gennaio - 30 Settembre 2018 ha registrato una percentuale di riciclo pari al 70,28%. (In realtà, se valutata con il vecchio metodo in vigore fino all'anno scorso, saremmo già al ~75%). Ha ribadito che l'area per l'isola ecologica è stata individuata, presso il cantiere comunale sito in Pian del Mugnone, e che stiamo aspettando l'accettazione formale da parte di ATO. Da lì occorreranno circa 6 mesi per la sua realizzazione. 

 

Renzo Luchi - Presidente dell'associazione Cittadini per Fiesole

Renzo ha illustrato lo scenario che l'attuale governo di Fiesole ha dovuto gestire all'inizio del suo mandato in materia di rifiuti, frutto di decisioni dei precedenti governi; inoltre ha illustrato il lavoro svolto dal GRUPPO RIFIUTI dell'associazione CPF che non ha mai smesso di operare in questi 4 anni. Ha concluso con il lancio dell’iniziativa Osservatorio Cittadino sui Rifiuti, un gruppo di cittadini che verificherà le modalità di attuazione del sistema di raccolta rifiuti fungendo da interfaccia tra gli organi competenti e la cittadinanza per raccogliere e gestire le eventuali problematiche che potranno emergere.